fbpx

Articoli

 

Oggi se non sfoderi la carta dell’inglese nel tuo curriculum hai già perso in partenza. Per riuscire a emergere dalla masse ed essere competitivi, e non mi stancherò mai di ripeterlo, è necessario un buon livello di inglese scritto e parlato. Dall’inglese non si scappa, insomma. Soprattutto se parliamo di inglese per il lavoro.

 

Ma perché è così importante l’inglese per il lavoro?

  • È la lingua del mondo del lavoro, degli affari, del commercio, della scienza e della tecnologia. Potrei definirla una “lingua comune” adottata per comunicare potenzialmente con il mondo intero. Riflettici, molti termini utilizzati correntemente nel mondo del lavoro e del commercio sono inglesi e nessuno si prende più la briga di tradurli in italiano perché il loro equivalente o non esiste o non è così conosciuto e ricorrente (pensa a parole come marketing, business, export, import…). Allo stesso modo, gli articoli e i report sulle nuove scoperte scientifiche o innovazioni tecnologiche sono scritti e pubblicati in inglese per raggiungere un pubblico potenziale molto vasto.
  • È la lingua più diffusa e utilizzata sul web. L’inglese è la chiave della conoscenza: la maggior parte dei dati presenti su Internet è in inglese. Hai mai provato a cercare un’informazione sul web prima in italiano, o nella tua lingua madre, e poi in inglese? Se sì, hai di certo notato che nel secondo caso i risultati erano maggiori, più approfonditi e dettagliati. Nel mondo del lavoro è fondamentale essere sempre aggiornati e conoscere le tendenze del proprio settore. Se sei costretto ad aspettare che i contenuti siano disponibili nella tua lingua madre la concorrenza avrà vita facile.

 

  • È la lingua da conoscere per avere una carriera di successo. ABA English, una scuola di inglese online, ha recentemente pubblicato i risultati di un sondaggio somministrato a un campione di 3 milioni di persone di diverse nazionalità. Il 54% dei partecipanti ha dichiarato di aver intrapreso lo studio dell’inglese per motivi professionali (promozione o cambio di lavoro) mentre il 24% degli intervistati ha ammesso di non aver trovato lavoro a causa di una scarsa conoscenza della lingua. Lo so, sembra un dato irrisorio, ma è destinato ad aumentare vertiginosamente visto il tentativo di internazionalizzazione delle aziende (anche italiane), la volontà sempre più forte di puntare all’estero e la grande richiesta del made in Italy nel mondo.
  • Evita spiacevoli malintesi. Parlare l’inglese fluentemente e scrivere correttamente aiuta a non commettere errori che possono compromettere la reputazione dell’azienda. Quando parli o scrivi in lingua, la possibilità di incomprensione è più alta e le conseguenze possono essere disastrose. Una perfetta, o quasi, conoscenza e padronanza della lingua è fondamentale capire e farsi capire.

 

Che cosa stai aspettando? Cerca il corso più adatto a te, non esitare a contattarci!

 

 

E se ti dicessi che è possibile imparare l’inglese senza studiare? Sì, hai letto bene, è possibile imparare le lingue in modo alternativo.
So che non mi credi perché il sistema scolastico italiano ha sempre denigrato l’insegnamento e, di conseguenza, i corsi di inglese per te sono sempre stati una piaga. Peccato però che oggi se non conosci l’inglese sei fuori dal mondo. In questo scenario da “The Day After” ti darò una buona notizia: puoi imparare l’inglese divertendoti!

 

Segui i miei consigli per ottenere dei risultati.

1. Dimmi qual è la tua passione. Cos’è che riusciresti a fare per ore senza mai stancarti o senza la quale non potresti vivere? Questa è la chiave per divertirti con l’inglese. Cerca blog, articoli e siti che parlino della tua passione e scommetto che non ti annoierai leggendoli, anzi, troverai molti più contenuti interessanti. Non ci capisci nulla? Nessun problema: è normale all’inizio perché dovrai costruirti un vocabolario di base, ma vedrai che già dopo qualche giorno riuscirai sicuramente a capire tutto.

2. Post-it! No, non vi sto suggerendo di darvi alla pazza gioia sui social, ma di tappezzare la casa di post-it colorati con il nome degli oggetti in inglese (ovviamente funziona anche con le altre lingue). Puoi attaccare i foglietti ovunque: sul frigo, dove scriverai fridge; sul forno, dove scriverai oven, e così via.

 

3. Torna bambino. Il modo più facile per apprendere una lingua straniera è guardare i cartoni animati in lingua originale. No, non sto scherzando. Pensateci, il linguaggio usato nei cartoni animati è a prova di bambino quindi semplice, corretto, comprensibile e divertente. Provaci se non mi credi!

4. Fatti aiutare dalla tecnologia. Cambia la lingua del tuo cellulare e anche del motore di ricerca, memorizzerai molti vocaboli ed espressioni tra le più usate nel linguaggio di tutti i giorni. Quando leggi qualcosa che non capisci, non esitare a cercarne il significato affidandoti a un dizionario monolingue o bilingue online o alle app di alcuni dizionari.

5. Never give up, non arrenderti mai. Imparare controvoglia non solo è controproducente ma ti farà allontanare ancora di più dall’inglese. Quindi, keep calm, make mistakes and carry on!

 

Mettiti alla prova con il nostro test d’inglese online, è gratuito e il risultato è immediato!