Oggi se non sfoderi la carta dell’inglese nel tuo curriculum hai già perso in partenza. Per riuscire a emergere dalla masse ed essere competitivi, e non mi stancherò mai di ripeterlo, è necessario un buon livello di inglese scritto e parlato. Dall’inglese non si scappa, insomma. Soprattutto se parliamo di inglese per il lavoro.

Ma perché è così importante l’inglese per il lavoro?

  • È la lingua del mondo del lavoro, degli affari, del commercio, della scienza e della tecnologia. Potrei definirla una “lingua comune” adottata per comunicare potenzialmente con il mondo intero. Riflettici, molti termini utilizzati correntemente nel mondo del lavoro e del commercio sono inglesi e nessuno si prende più la briga di tradurli in italiano perché il loro equivalente o non esiste o non è così conosciuto e ricorrente (pensa a parole come marketing, business, export, import…). Allo stesso modo, gli articoli e i report sulle nuove scoperte scientifiche o innovazioni tecnologiche sono scritti e pubblicati in inglese per raggiungere un pubblico potenziale molto vasto.
  • È la lingua più diffusa e utilizzata sul web. L’inglese è la chiave della conoscenza: la maggior parte dei dati presenti su Internet è in inglese. Hai mai provato a cercare un’informazione sul web prima in italiano, o nella tua lingua madre, e poi in inglese? Se sì, hai di certo notato che nel secondo caso i risultati erano maggiori, più approfonditi e dettagliati. Nel mondo del lavoro è fondamentale essere sempre aggiornati e conoscere le tendenze del proprio settore. Se sei costretto ad aspettare che i contenuti siano disponibili nella tua lingua madre la concorrenza avrà vita facile.
  • È la lingua da conoscere per avere una carriera di successo. ABA English, una scuola di inglese online, ha recentemente pubblicato i risultati di un sondaggio somministrato a un campione di 3 milioni di persone di diverse nazionalità. Il 54% dei partecipanti ha dichiarato di aver intrapreso lo studio dell’inglese per motivi professionali (promozione o cambio di lavoro) mentre il 24% degli intervistati ha ammesso di non aver trovato lavoro a causa di una scarsa conoscenza della lingua. Lo so, sembra un dato irrisorio, ma è destinato ad aumentare vertiginosamente visto il tentativo di internazionalizzazione delle aziende (anche italiane), la volontà sempre più forte di puntare all’estero e la grande richiesta del made in Italy nel mondo.
  • Evita spiacevoli malintesi. Parlare l’inglese fluentemente e scrivere correttamente aiuta a non commettere errori che possono compromettere la reputazione dell’azienda. Quando parli o scrivi in lingua, la possibilità di incomprensione è più alta e le conseguenze possono essere disastrose. Una perfetta, o quasi, conoscenza e padronanza della lingua è fondamentale capire e farsi capire.

Che cosa stai aspettando? Cerca il corso più adatto a te, non esitare a contattarci!

TROVA IL TUO CORSO!
2018-08-21T15:45:20+00:00